Anteprime: ISS Vanguard - la Space Opera secondo Awaken Realms

iss vanguardA pochi mesi dal lancio in Italia della versione retail di Tainted Grail e del fortunato crowdfunding di Nemesis Lockdown, continuano Ie operazioni   milionarie di finanziamento “dal basso” della Awakent Realms, che stavolta decide di bypassare kickstarter e di appoggiarsi completamente alla piattaforma “di casa”, ovvero Gamefound, per presentare un nuovo titolo che ha raggiunto già la ragguardevole cifra di 3 milioni di dollari a poco meno di una settimana dalla fine della campagna. Ma vediamo di che si tratta…




ISS Vanguard è un cooperativo fantascientifico da 1 a 4 giocatori ideato da Michał Oracz, Paweł Samborski, Krzysztof Piskorski e Marcin Świerkot in cui i partecipanti si troveranno a gestire la nave spaziale che dà il titolo al gioco, ciascuno a capo di una sezione diversa: il responsabile della sicurezza, gli esploratori, il reparto scientifico e l’ingegneria. Una premessa che ricorda da vicino l’ambientazione delle orecchie a punta più famose dello spazio…

Proprio come in Star Trek, anche in ISS Vanguard ci troveremo ad alternare sessioni di esplorazione dei pianeti con la gestione dell’astronave in un’esperienza che, stando ai proclami dell’editore, ci condurrà a vivere un’avvincente space opera. Il nostro obiettivo sarà scoprire il segreto del messaggio contenuto all’interno del DNA di qualsiasi creatura presente sulla terra, viaggiando attraverso una nuova galassia.

iss vanguard ship

A farla da protagonista nella gestione della nostra nave, un raccoglitore per carte diviso in sezioni che ci guiderà nell’applicazione delle regole e dove ogni carta che andremo a inserire rappresenterà un membro dell’equipaggio, degli oggetti scoperti, ricerche scientifiche o ancora pianeti da esplorare.

iss vanguard miniatureDurante le sezioni di gioco, di una durata media di 1 o 2 ore, vivremo l’esplorazione dei pianeti. Un raccoglitore dedicato ci mostrerà le caratteristiche delle missioni che staremo per affrontare, sempre diverse grazie all’incrocio tra quanto rappresentato nel raccoglitore e le carte specifiche che descrivono le esperienze che fronteggeremo. Spetterà a noi, di concerto con il resto dell’equipaggio, scegliere che navicella utilizzare, chi far sbarcare e con che equipaggiamento. A farci da guida le informazioni iniziali disponibili sul pianeta in cui stiamo per scendere.

L’esplorazione sarà condotta utilizzando dei dadi specifici disponibili per ciascun membro dell’equipaggio. Ogni passo sul pianeta ci porrà davanti delle scelte e sfide da superare con l’utilizzo dei dadi, la fatica della squadra e il consumo di equipaggiamento. Durante le missioni troveremo nuovi oggetti e compiremo scoperte che ci faranno progredire nella storia e che faranno crescere il nostro equipaggio, rischiando però, naturalmente, anche di ferire o addirittura uccidere le persone sbarcate.

iss vanguard miniatureCompletata la missione sul pianeta torneremo alla Vanguard per la fase di gestione della nave. La prima cosa da fare sarà assegnare eventuali promozioni tra il personale che ha preso parte all’esplorazione. Dovremo subito dopo fronteggiare le difficoltà che la nave potrà avere incontrato durante l’attesa sul pianeta, come ad esempio esaurimento delle scorte di cibo o un’epidemia a bordo. Successivamente andremo ad inserire nel raccoglitore le risorse trovate durante la missione, porteremo avanti le ricerche scientifiche in corso sulla nave, cureremo i feriti, seppelliremo i morti ed infine andremo sul ponte per decidere la rotta verso la prossima missione.

Durante la campagna sono già numerosi gli stretch goal svelati, vista la decisione della Awaken Realms di rivelare una novità ogni due giorni (come già fatto per Nemesis Lockdown). Oltre al già ricco contenuto della scatola base (8 miniature equipaggio, il raccoglitore di gioco, le navi da sbarco, più di mille carte e quasi ottanta dadi) è stato tolto il riserbo sull’espansione a pagamento “Close Encounters” con le miniature delle creature aliene, dei Landers (le navi da sbarco) e dell’equipaggiamento per le missioni, oltre a quello sugli stretch goal degli scenari Lone Wolf, Cryptobiosis e Tartarus, delle carte equipaggio e della campagna “The Lost Fleet” ambientata dopo l’avventura base.

iss Vanguard - character

Con ISS Vanguard l’editore Awaken Realms conferma la sua versatilità nell’esplorare ambientazioni e regolamenti diversi ponendo sempre la narrazione al centro dell’esperienza (come per titoli come This War of Mine e Tainted Grail). Interessante la scelta di incentrare tutto sull’uso dei dadi che comunque, rassicura l’editore su vari forum, genereranno dinamiche molto tattiche e dalla casualità marginale, permettendo ai giocatori di essere padroni del proprio destino. Non avendo ancora avuto l’occasione di approfondire tutti i dettagli, la gestione della fase sulla nave lascia qualche interrogativo, con la preoccupazione che possa risultare una serie di passaggi monotoni da fine-partita più che una vera e propria esperienza di gioco. In ogni caso l’accuratezza della componentistica e la capacità di realizzare meccaniche innovative e “centrate”, dimostrate dai ragazzi polacchi nelle precedenti occasioni, pongono di diritto questo nuovo titolo al centro dell’interesse del panorama ludico attuale, risvegliando in chiunque abbia visto il trailer su Gamefound la curiosità di sapere cosa si nasconde dietro la storia narrata.

Purtroppo, per scoprirlo bisognerà attendere ancora un po’, visto che le prime spedizioni inizieranno da Aprile 2022, ma farà comunque piacere sapere a molti dei nostri lettori che la lingua italiana è già stata prevista tra quelle in cui sarà distribuito il gioco, e la traduzione riguarderà tutti i contenuti (inclusi gli stretch goal).


versione prototipale

Non resta quindi che mettersi comodi, perché l’attesa non sarà brevissima, ma date le premesse, c’è tutto quello che serve per aspettarsi che sarà ampiamente ripagata.