Interviste: Nuovo Kickstarter di Lex Arcana: arrivano Italia e Dacia e Tracia

Lex Arcana - Dacia e Tracia(also available in english language)

L’annuncio con cui Quality Games ha appena informato la comunità dei giocatori relativamente al prossimo Kickstarter dedicato a Lex Arcana ha dato concretezza alle speranze dei molti appassionati, in Italia e nel mondo, che da tempo stavano chiedendo a gran voce l’uscita di nuovi moduli geografici, con particolare attenzione per quello dedicato ai lidi nostrani chiamato appunto Italia. E abbiamo appena saputo che a questo si assocerà il modulo del tutto inedito Dacia e Tracia.




Consapevoli dell’importanza di questo annuncio abbiamo approfittato della disponibilità dell’intera squadra di Quality Games per sottoporli a una (amichevole!) raffica di domande e richieste di dettagli.
Leggerete qui sotto l’intervista a più voci rivolta a Valerio Ferzi (Chief Operating Officer), Andrea Angiolino e Francesca Garello (autori del modulo Italia) e Mauro Longo (autore del modulo Dacia e Tracia).

Lex Arcana Terrore al confine
Terrore al confine' in Dacia e Tracia Artwork di Angelica Donarini

Gioconomicon: avete appena annunciato il secondo kickstarter di Quality Games dedicato a Lex Arcana. Questa volta vi concentrerete su due moduli geografici di particolare rilievo: Italia e Dacia e Tracia. Come mai la scelta è caduta su queste due espansioni?

Valerio Ferzi: Così come nella prima campagna, abbiamo pensato di dare continuità alla prima edizione del gioco, pubblicando una nuova versione di una delle più amate espansioni del passato e, contemporaneamente, di portare alla luce anche qualcosa di mai visto, e speriamo avvincente, per il pubblico. È stato fatto un grande lavoro di ampliamento per il primo volume e di ricerca per il secondo. Sono due espansioni abbastanza antitetiche per temi trattati e siamo veramente molto soddisfatti del risultato.

Gioconomicon: l’originale modulo Italia fu pubblicato quasi un quarto di secolo fa dalla Nexus Editrice e all’epoca rappresentò una svolta nei moduli geografici di Lex Arcana, per la ricchezza e il dettaglio della trattazione dei territori. Per questo è diventato presto un “cult” molto ricercato dagli appassionati del sistema. Per questa nuova edizione che tipo di interventi prevedete? State pensando a un’integrazione con il modulo Aegyptus già uscito?

Francesca Garello & Andrea Angiolino: Più che integrarlo con Aegyptus, il testo del 1997 è stato rivisto perché ne seguisse la stessa struttura. In effetti negli anni ‘90 Italia - Terra di antichi sortilegi aveva dato un nuovo spessore alle espansioni geografiche di Lex Arcana, adottando un approccio più completo rispetto alle precedenti. È stata quindi il riferimento sulla cui base abbiamo rielaborato il nuovo standard dei supplementi per la seconda edizione, rivedendone lo schema e ampliandolo ulteriormente. Il modulo Italia della prima edizione superava di poco i 300.000 caratteri di lunghezza mentre quello nuovo ne conta quasi 800.000. Il lavoro diricerca è stato particolarmente impegnativo, soprattutto per quello
che riguarda la storia e le leggende dell'Italia pre-romana che trovano molto più spazio rispetto all'edizione precedente. Il volume si compone di cinque parti: i testi originali costituiscono quasi completamente la prima parte, che comunque è stata approfondita e ulteriormente dettagliata, con la descrizione delle varie Regioni in cui è divisa l’Italia. Una piccola parte del vecchio testo è confluita nella seconda sezione, quasi del tutto nuova e relativa alle divinità, che prima si limitavano al pantheon etrusco e ora coprono i culti di tutto il territorio. La terza parte e la quarta sono più tecniche e hanno beneficiato anch’esse di nuovi approfondimenti: mentre la precedente edizione includeva alcuni nuovi rituali e oggetti magici presi esclusivamente dalla tradizione etrusca, ora a essi si affiancano altri rituali di vario genere, nuovi indigitamenta, oggetti magici ed equipaggiamenti di vario tipo ripresi da storie, leggende e miti di tutta Italia. Anche il bestiario è stato espanso introducendo animali, mostri e creature del tutto nuovi. La quinta è quella delle avventure...

Gioconomicon: l’originale Italia comprendeva anche due avventure. Cosa avete pianificato per questa nuova edizione? Userete le stesse avventure o le modificherete? Integrerete il modulo con avventure nuove?

Francesca Garello & Andrea Angiolino: La sezione delle avventure è quella che ha subito meno modifiche. Rimangono le due già previste, ormai lungamente rodate e collaudate, che abbiamo comunque rivisto anche per adeguarle alle nuove modalità espositive. Ma sostanzialmente sono le stesse. Abbiamo in lavorazione un’altra avventura originale, ma il resto del volume si è ampliato e arricchito così tanto che non abbiamo spazio per metterla senza sacrificare i nuovi contenuti di gioco. A questo punto, ci teniamo la terza avventura per altre occasioni e non sacrifichiamo informazioni e nuove regole.

Lex Arcana - Scilla
'Scilla' da Italia artwork Andrea Piparo

Gioconomicon: il modulo Dacia e Tracia è invece inedito. Mauro, come autore ti stai ispirando alla filosofia di Italia o di Aegyptus per elaborarlo? Vi state coordinando per definire uno standard che caratterizzerà tutti i moduli di questo tipo?

Mauro Longo: Certo, fin dal primo dei moduli geografici, Aegyptus, abbiamo deciso insieme di dare una struttura comune a tutte queste espansioni: terminologia, ordine di esposizione, ripartizione dei capitoli, nuovi mostri e avventure. Il mio Aegyptus partiva proprio da quello schema e adesso abbiamo usato la stessa struttura condivisa anche per Italia e per Dacia e Tracia. Inoltre, abbiamo mantenuto un’idea avuta due anni fa, ovvero che ogni modulo abbia un’atmosfera e dei temi ben riconoscibili, diversi da quelli di ciascun’altra provincia. Aegyptus è infatti fortemente contaminato da atmosfere lovecraftiane, Italia è una terra di macchinazioni e intrighi, la Dacia è imbevuta di orrore gotico (pensate alla moderna Transilvania, cosa vi viene in mente?) mentre la Tracia è una provincia sotto la minaccia costante della guerra e delle orde che premono al confine.

Gioconomicon: Dacia e Tracia tratta un ampio territorio, caratterizzato da popolazioni del tutto difformi da quelle italiche. Come ti stai organizzando in termini di fonti e di spunti preparatori? Introdurrai campagne che si sviluppano a cavallo di entrambi i territori?

Mauro Longo: Lo studio e la stesura sono durati circa quindici mesi, e i miei studi universitari di archeologia e storia romana sono stati molto utili! Come dicevo, ho voluto connotare espressamente i due territori ciascuno secondo il proprio “tema portante”, e così la Dacia pullula di tutte le creature tenebrose della tradizione di quelle terre (le odierne Romania e Ungheria), mentre sul limes della Tracia premono le orde unne di Attila e dei suoi successori. Ci sono due avventure già pronte, ciascuna dedicata alla rispettiva regione, ma ci siamo tenuti aperta la possibilità di espandere il modulo con un'espansione sulla Scythia, la terra oltre il confine, e un'apposita avventura dedicata. Entrambi questi ampliamenti saranno ultimati se la campagna di crowdfunding avrà successo.

Gioconomicon: l’impegno autoriale di questi due nuovi moduli non coinvolge gli autori del sistema originale. Ci raccontate il processo di stesura e validazione dei moduli all’interno di Quality Games? È comunque prevista una revisione da parte del quadrumvirato autoriale originale (De Toffoli/Colovini/Maggi/Nepitello)?

Valerio Ferzi & Andrea Angiolino: Nel pieno rispetto degli autori del gioco, a loro è lasciato il diritto di approvare ogni prodotto della linea anche quando non sono coinvolti in prima persona nella scrittura. In ogni caso il processo prevede una prima stesura da parte degli autori del supplemento, con la supervisione della direzione artistica della Quality Games. Abbiamo un duplice controllo, sia da parte di un revisore tecnico che verifica il rispetto totale delle regole del gioco, sia da parte della nostra archeologa Francesca Garello che controlla la coerenza con l’ambientazione storico-ucronica di Lex Arcana. Infine abbiamo i passaggi schiettamente linguistici: un editor che lima il testo nella lingua in cui è stato scritto (italiano o talvolta inglese), un traduttore che lo traduce nell’altra lingua e un secondo editor che verifica la traduzione. Nel frattempo gli illustratori e il nostro eminente cartografo Francesco Mattioli hanno predisposto la parte iconografica del volume, anche loro con il supporto e il controllo di tutta la squadra redazionale. Lo si impagina e si effettua una correzione finale delle bozze, cui partecipano anche alcuni dei più preparati giocatori ed esponenti dell’associazionismo. Anche il loro contributo è assai utile ad avere un prodotto il più possibile curato e privo di errori.

Gioconomicon: dopo il primo kickstarter di successo, che ha fatto rivivere Lex Arcana corredandolo di un notevole quantitativo di espansioni, partite con una seconda campagna di crowdfunding. Possiamo dire che questa sarà la strategia che seguirete come Quality Games per tutte le vostre proposte? O almeno per tutto ciò che riguarda Lex Arcana?

Valerio Ferzi: Il crowdfunding è una pratica di microfinanziamento molto diffusa e conosciuta nel nostro settore, non starò certo qui a parlarne. Per delle realtà come la nostra, molto più vicine a un game studio che a un’azienda, e che ha come modello di business non solo la scrittura e la produzione di giochi, ma anche la vendita diretta, affidarsi a piattaforme di crowdfunding è quasi una necessità. Considerando anche che, in caso di progetti particolari come Lex Arcana, la piattaforma Kickstarter è stata un fenomenale veicolo di pubblicità verso quei paesi che non conoscevano il gioco.Questa strategia si è rivelata vincente e di certo non la abbandoneremo.
Riteniamo però che non tutti i progetti siano adatti a questo tipo di piattaforme e quindi valuteremo di volta in volta, di progetto in progetto, il canale di uscita dei prodotti nuovi e di eventuali espansioni, comprese quelle di Lex Arcana.

Lex Arcana - Rituale di divinazione in Dacia e Tracia
Rituale di divinazione in Dacia e Tracia artwork by Giorgio Donato

Gioconomicon: ci anticipate qualche idea di stretch goal, giusto per sollecitare al massimo la nostra attenzione nei confronti di questo vostro nuovo kickstarter? A proposito: quando prevedete di partire?

Su questa cosa manteniamo il massimo riserbo. Una cosa che possiamo di certo dirvi è che ci saranno soprattutto contenuti aggiuntivi, più che nuovi oggetti.

Gioconomicon:La gestione produttiva della prima campagna di finanziamento ha dovuto far fronte a diverse difficoltà, che hanno portato a ritardi nelle consegne. Alla luce di questa esperienza, quali correttivi contate di adottare in questa nuova campagna ?

Valerio Ferzi: Abbiamo sicuramente imparato dai vecchi errori, creando una sorta di pipeline creativa e produttiva e cercando di avere un processo efficiente e armonizzato. È un lavoro abbastanza articolato, anche perché’ in doppia lingua: alla prima campagna hanno collaborato più’ di 50 risorse e coordinare tutto e tutti non è stato facilissimo.
Però questo ci ha consentito di stabilire degli standard e di creare un processo produttivo ad hoc, proprio per Lex Arcana; abbiamo imparato e sono errori che non rifaremo. Per questa seconda campagna siamo stati previdenti: stiamo già impaginando i volumi e per le illustrazioni siamo già al 60/70%. del previsto.

Andrea Angiolino:Sicuramente questo consentirà di tenere molto sotto controllo i tempi di consegna. Aggiungo solo che la prima causa di ritardo la volta scorsa, a parte il sopraggiungere della pandemia, è stata l’eccessivo successo della campagna! Abbiamo raccolto oltre cinque volte di più di qualsiasi precedente gioco di ruolo italiano su Kickstarter, alzando l’asticella anche per tutti quelli che sono venuti dopo di noi. Questo ha portato ad aggiungere in corsa un alto numero di stretch goal non previsti e quindi a sviluppare molte più pagine e a realizzare molti più oggetti del previsto. Il lavoro è assai cresciuto sia in termini di dimensioni che di complessità. Qualcosa nella paginazione dei volumi abbiamo comunque voluto ulteriormente aggiungerla e alla fine i backer hanno avuto un gioco assai più ricco del previsto. Dai commenti, direi che hanno decisamente apprezzato.

Gioconomicon: rispetto al mercato italiano, la vostra decisione di non rinnovare il rapporto con Need Games quale licenziatario di Lex Arcana ha creato perplessità in una parte dei fan del gioco. C’è chi teme che ci possa essere una qualche riduzione dell’elevato livello qualitativo che finora ha caratterizzato i prodotti dell’edizione italiana. Ci aiutate a fare chiarezza al riguardo? Chi si è occupato finora di Lex Arcana in italiano? E come procederete in futuro nella realizzazione delle due versioni in lingua (italiana e inglese)?

Valerio Ferzi: Lo scioglimento del contratto con Need Games ha poco a che vedere con il livello qualitativo del prodotto finale: semplicemente, rispetto a quando siamo partiti, abbiamo cambiato sia modello operativo che di business e quindi, in quest’ottica, il contratto con Need non è stato rinnovato dopo è arrivato alla sua naturale scadenza.
La squadra che ha realizzato i primi volumi di Lex Arcana non è praticamente cambiata. Così come è avvenuto per i primi prodotti, ci occuperemo in primis della versione italiana, che è quella con il testo più lungo e che quindi è necessario impaginare per prima, e poi di quella inglese, che per ovvi motivi ha bisogno di un’attenta fase di revisione ed editing post-impaginazione.

Gioconomicon: Possiamo aspettarci altri annunci di prodotti targati Quality Games per quest’anno? Lo sviluppo di Malavita come prosegue ?

Valerio Ferzi: Posso avvalermi della facoltà di non rispondere? A parte le battute, abbiamo in ballo alcune cose ma è presto per fare annunci. Così come per Malavita che abbiamo dovuto rischedulare e su cui non posso dire molto di più.

E con questo tocco di suspence si chiude la nostra lunga ma interessantissima intervista ai nostri amici di Quality Games, che ringraziamo per la disponibilità.
Certi di aver sollecitato oltremodo la vostra curiosità, non ci rimane che mantenerci in ascolto per potervi informare tempestrivamente dei prossimi passi di questa nuova campagna di finanziamento, nella speranza di poterci presto riunire intorno ai tavoli insieme ad altri Custodes per vivere nuove emozionanti avventure della Cohors Auxiliaria Arcana.


English language

New Kickstarter for Lex Arcana for the expansions “Italia” and “Dacia and Tracia”.

With the announcement of the next Kickstarter campaign dedicated to Lex Arcana, Quality Games has given substance to the hopes of the many fans of the game, both in Italy and in the rest of the world. The players were already asking for new geographical modules, especially a reprint / new edition of Italia; and we have just been informed that this module will be paired with a new one, dedicated to Dacia & Tracia.
Aware of the importance of such an announcement, we took advantage of the kind availability of Quality Game team, and shoot them with a (very friendly!) burst of questions and detail requests.
Here is the interview to Valerio Ferzi (Chief Operating Officer), Andrea Angiolino and Francesca Garello (authors of the module Italia) e Mauro Longo (author of the module Dacia & Tracia).

Lex Arcana Terrore al confine
'Terror at the border' from Dacia e Tracia - Artwork by Angelica Donarini


Gioconomicon: You have just announced the second Lex Arcana Kickstarter campaign, by Quality Games. This time you will focus on two important geographic modules: Italia and Dacia & Tracia. Why you chose these two expansions?

Valerio Ferzi: Just as in the first campaign, we thought to create a continuity with the first edition, by publishing one of the most loved expansions, and at the same time also something never seen before – and, we hope, similarly exciting for the gamers. We worked hard to expand the “Italia” book, and we also did a lot of research for the “Dacia & Tracia”.
They are two antithetical expansions when it comes to the thematics included, and we are very happy with the results.

Gioconomicon: The original Italia was published almost a quarter of century ago by Nexus Editrice, and back then it represented a turning point in the geographical modules, due to the extensive description of the territory and the details included, very soon becoming a “cult” for the aficionados of Lex Arcana. What will you do for this new edition? Are you thinking about an integration with the already published Aegyptus module?

Francesca Garello & Andrea Angiolino: More than integrated with Aegyptus, the 1997 book was edited to have the same structure. In fact, in the ‘90s, the module Italia – Land of Ancient Enchantments was a sort of revolution in the geographical modules of Lex Arcana, being more complete respect to the previous modules. This is the foundation on which we created the standard of the new edition’s modules, reviewing its scheme and expanding it. The first edition of Italia counted around 300,000 characters, while the new edition counts almost 800,000. The research work has been quite hard, especially for what concerns history and legends of the pre-roman Italy, that are more represented here respect to the previous edition. The book will be divided into five parts: the first part being the original text with new details and the description of the Regions in which the peninsula was divided. A small section of the former edition has been used for the second section, which has almost all new material, and concerns the Gods; in the first edition, we only mentioned the Etruscan pantheon, while here we will give a comprehensive view of the cults of all the peninsula. The third and fourth parts are much more technical, with a lot more in-depth content: while the first edition had some rituals and items from the Etruscan tradition, the new edition will cover new rituals, new indigitamenta, magical items and stuff from stories, myths and legends from the whole Italian peninsula. The bestiary has been expanded, too, with new animals, monsters and creatures. The fifth section includes the adventures...

Gioconomicon: the first edition of Italia included two adventures. What will there be i this new edition? Will you use the same adventures, changing them? Or will there be new ones?

Francesca Garello & Andrea Angiolino: the adventures sections has been the one with the least changes. We have reviewed the two adventures from the first edition to adapt them to the new rules, but the story is the same, in substance, even though we are working on a new, original adventure. But the rest of the book is so packed of new contents that we did not have space to insert the new adventure, unless by removing some of the new game contents. Therefore, we will use the new adventure in another occasion, in order not to sacrifice important information and new rules.

Lex Arcana Scilla
'Scilla' from Italia, artwork by Andrea Piparo

Gioconomicon: The module Dacia & Tracia is completely new, instead. Mauro, you’re the author: are you drawing inspiration from Italia or Aegyptus to compile the new book? Is there some sort of coordination among the authors to create some standard for all the modules of this kind?

Mauro Longo: Absolutely. Since the first geographical module, Aegyptus, we decided to give a common structure to the new expansions: terms, exposition, narrative order, chapters order, new monsters, adventures. My Aegyptus started from this framework, that we also used in both Italia and Tracia & Dacia. Furthermore, we decided to stick on an idea we had two years ago: each module should have its own atmosphere and well-recognisable themes, different for each Province. In fact, Aegyptus is strongly contaminated by Lovecraft-style atmospheres; Italia is a land of intrigues and schemes; Dacia is full of gothic horror (just think about modern Transilvania: what comes to mind?); and Tracia is under the constant threat of war and hordes from beyond the border.

Gioconomicon: Dacia & Tracia is about a very large territory, inhabited by very different people respect to Italia. How are you setting up the job, in terms of sources and ideas? Will you introduce campaigns that will develop in both the Provinces?

Mauro Longo: I worked for about 15 months, studying and preparing the module, also using my background of Roman historian and archaeologist. I wanted, as stated before, to characterise the two territories, each according to its “main theme”: so Dacia is full of dark creatures from its tradition (Dacia is roughly today’s Romania and Hungary), while on the Thracian limes the Hun hordes with Attila and his successors are poised to invade. There are two adventures ready, one for each territory, but we kept open the chance to expand the module with a section on Scythia, the land beyond the border, and a specific adventure. Both these add-ons will be accomplished should the crowdfunding campaign succeed.

Gioconomicon: The authors of the original system are not included in these two modules. What creative and validation processes Quality Games have set up for these expansions? And will the original authorial “quadrunvirate” (De Toffoli/Colovini/Maggi/Nepitello) review the work?

Valerio Ferzi & Andrea Angiolino: In full respect for the game authors, they have the right to approve each product of the line, even if they are not involved in its writing. However, the process include a first draft by the expansion’s authors, supervised by Quality Games art board. So we have a double check, both by a technical reviewer that checks the game rules, and by our archaeologist Francesca Garello, who checks coherency with the historical-uchronic setting of Lex Arcana. Finally, we check the language: an editor works on the original language (Italian or sometimes English), a translator for the other language, and a second editor to check the translation. Meanwhile, the artists and our illuminated cartographer, Francesco Mattioli, work on the illustrations, together with the whole editorial staff. Then we finalise the layout and correct the final drafts, together with some of the best trained players and members of gaming clubs. Their contribution is very important to have a final product as well edited and error-free as possible.

Gioconomicon: After the first successful kickstarter campaign, that brought back to life Lex Arcana together with a large set of expansions, you start a new crowdfunding campaign. Can you confirm that this will be the standard practice you will follow as Quality Games for all your games? Or at least for any Lex Arcana material?

Valerio Ferzi: Crowdfunding is a well-established microfinancing practice in our sector, and this goes beyond saying. For realities such as Quality Games, more a game studio than a firm that creates, produces and sells games, it’s almost necessary to adapt to crowdfunding. And we should also take into account that Kickstarter is a huge advertisment machine towards those countries that didn’t know about Lex Arcana in the first place. This has been a winning strategy, and so we will not abandon it.
But not all of our projects are good for this kind of platform; therefore we will evaluate, on a case by case basis, the output channel for our products, including expansions for Lex Arcana.

Lex Arcana - Rituale di divinazione in Dacia e Tracia
Divination ritual from Dacia e Tracia - artwork by Giorgio Donato

Gioconomicon: can you anticipate any upcoming stretch goal, just to raise our attention towards this new campaign? And, by the way, when will you start the campaign?

These are confidential information. All that we can tell is that more than new items, there will be new contents during the campaign.

Gioconomicon:The production management from the first campaign faced several difficulties, that caused, in turn, delays in fulfillment. Based on this experience, which corrections will you adopt for the new campaign?

Valerio Ferzi: We have definitely learned from our mistakes, and set up a creation and production pipeline trying to have an efficient, harmonised process. This is a complex work, because is in two languages: in the first campaign we had more than 50 persons working on it, and coordination wasn’t easy.
Yet we learned from all this: we estabilished standards and set up an ad hoc productive process, dedicated to Lex Arcana; we will not make the same mistakes again. For the new campaign we have already started to work in earnest: we are already paginating the books, and the artwork is about 60-70% complete.

Andrea Angiolino:This will surely allow us to control the fulfillment times. I would like to add, however, that in our last campaign the delay was caused both by the pandemic and the unexpected success of the campaign! We have collected about five times more than any other Italian RPG on Kickstarter, setting a new standard for those who came after us. Therefore we were forced to add new, unplanned stretch goal during the campaign, and thus manufacture more items than planned. The job grew up both in dimensions and complexity. We also wanted to add more things in the pagination of the volumes, and in the end backers received a richer game. Judging by their comments, I would say they liked it.

Gioconomicon: concerning the Italian market, your decision not to renew the relationships with Need Games as licensee for Lex Arcana left some fans perplexed. Some are afraid that this will bring a decrease in quality of the products that up to now were top notch in the Italian edition. Would you please help us to clarify? Who worked on the Italian edition of Lex Arcana until now? And how will you work out the two editions (Italian and English) in the future?
 
Valerio Ferzi: The quality of the final products has very little to do with the rescission of the contract with Need Games: it’s just that, since we started, we have changed both the operative and the business models. In this framework, the contract with Need Games has not been renewed after reaching its natural end.
The team behind the first volumes of Lex Arcana is unchanged. As happened with the first products, we will work with the Italian edition at first, since it has the longest ext, and therefore it needs to be paginated first; then we will move to the English edition, that instead will obviously need a careful editing and review.

Gioconomicon: Can we expect some more products by Quality Games during this year? What about Malavita?

Valerio Ferzi: May I have the right to remain silent? Well, joking aside, we are working on some stuff but it’s still too early to make any announcement. About Malavita, we had to reschedule it, and I just can’t tell more.

And with this final cliffhanger we reach the end of our long yet very interesting interview to our friends of the Quality Games team, that we heartfully thank for their availability.
We are sure to have arousen your curiosity, and so just keep listening to be informed of any new development of the next Kickstarter campaign, hoping that the time to play together Lex Arcana around the same table will come soon, so to live new, exciting adventures with the Cohors Auxiliaria Arcana.