Primo piano: Sails of Glory: il gioco di combattimenti navali basato su Wings of Glory

Quello che era il sogno segreto di ogni appassionato di Wings of Glory (nuovo nome della fortunata serie Wings of War) diviene finalmente realtà nell’annuncio diffuso quest’oggi da Ares Games: arriva Sails of Glory, il nuovo gioco di combattimenti navali di Andrea Angiolino e Andrea Mainini, basato sulle stesse meccaniche di Wings of Glory!




Sails of Glory ricreerà sul campo da gioco gli scontri tra navi nell’età della vela (1650 – 1815). Proprio come per Wings of Glory, si parla di un gioco tattico dove saranno schierate miniature predipinte di imbarcazioni dei secoli passati in scala 1/1200, che solcheranno i mari per fronteggiarsi grazie a un sistema di carte manovra simile a quello che ben conosciamo, dopo tanti anni di duelli aerei tra biplani.

Sistema simile ma non identico: ricreare le sfide nei mari e riprodurre le difficoltà legate alla navigazione ha richiesto un riadattamento completo. “La personalità distinta e il comportamento profondamente diverso di una grande nave confrontata a un aeroplano del ventesimo secolo ci hanno permesso di reinventare il gioco e trovare idee innovative, ma mantenendolo coerente con la logica ed i principi che hanno ispirato Wings of Glory” ci dice Andrea Mainini, co-autore  di Sails of Glory .

La prima serie di modelli, che vedrà il proprio esordio nell’estate del 2012, riprodurrà navi dell’epoca napoleonica, ma se il gioco avrà il successo sperato, è molto probabile che a queste seguiranno le imbarcazioni di altri periodi storici come l’età delle grandi scoperte,  il medioevo e l’antichità.

Di fatto il sistema di Wings of Glory si è prestato per anni ad adattamenti non ufficiali verso altre ambientazioni, da parte dei fan di tutto il mondo. Intenti affini al pensiero di Andrea Angiolino, co-autore del sistema originario, che afferma “Sin dalla prima pubblicazione di “Wings of War” eravamo convinti che il sistema di gioco sarebbe stato utilizzabile anche in altri setting”. L’autore non ha mai fatto mistero delle varianti diffuse in rete dagli appassionati, anzi lo abbiamo visto recentemente coinvolto nel tentativo di elencarle tutte (su questa pagina). Sails of Glory è invece il primo prodotto ufficiale che ha sviluppato assieme ad Andrea Mainini con un'attenzione alla giocabilità, l’accuratezza storica e la cura dei particolari delle miniature al pari del Wings of War/Wings of Glory che ha realizzato assieme a Pier Giorgio Paglia.

Con questa mossa la neonata Ares Games continua ad alimentare le aspettative di acquisto dei giocatori di tutto il mondo (dopo i primi due recenti annunci della nuova edizione de La guerra dell’Anello e del sistema Wings of Glory) ma soprattutto dimostra di non voler limitare le proprie produzioni ai titoli “orfani” della scomparsa NGI.

Da qui all’estate del 2012 sicuramente ci aspettano nuovi dettagli ed anteprime riguardo i velieri che attraccheranno sui nostri tavoli da gioco (di cui purtroppo non sono ancora disponibili immagini), ma vi consigliamo di rimanere sintonizzati sulle nostre pagine, la vostra redazione preferita si è già imbarcata alla scoperta di tutti i particolari da conoscere su questo nuovo emozionante progetto editoriale. Aspettatevi uno dei nostri soliti scoop!