Notizie Flash

  • Frosthaven: annunciato il seguito di Gloomhaven

    Un annuncio atteso da molti: il gioco attualmente in testa alle classifiche di tutto il mondo sta per avere il suo seguito ufficiale! Frosthaven è il seguito di Gloomhaven, il capolavoro di Isaac Childres che da settembre del 2015 (data della sua prima campagna di su Kickstarter) ha appassionato migliaia di giocatori in tutto il mondo grazie al suo rivoluzionario eurogame con approccio legacy ai giochi di esplorazione fantasy. Anche Frosthaven passerà per una campagna su Kickstarter, fissata per marzo del prossimo anno. In questo nuovo scatolone ci spostiamo nelle regioni del freddo nord dove troveremo ad accoglierci 16 nuovi personaggi, oltre 25 nuovi nemici, oltre 100 nuovi oggetti e un centinaio di nuovi scenari. L’autore promette una nuova esperienza epica ed entusiasmante come lo è stata quella della prima scatola.
    Possiamo già scommettere sul successo di questo seguito, che sarà meglio illustrato nei prossimi giorni durante il PAX di Filadelfia. Noi italiani intanto stiamo fremendo per l’arrivo della prima scatola in italiano, la cui uscita Asmodee ha fissato per il prossimo febbraio.

  • Barkham Horror e l'intrigo di Meowlathotep

    Era il 1° aprile 2019 quando Fantasy Flight annunciava nel suo sito l’uscita di una nuova e particolare espansione per il gioco di carte di Arkham Horror: il ciclo di Dogwich Legacy. In questa peculiare raccolta di scenari gli investigatori, nei panni di cani, dovevano svelare un mistero celato dietro una cospirazione felina. Naturalmente la notizia fu rapidamente bollata come pesce d’aprile e finì nel dimenticatoio…
    Ma non è tutto morto ciò che riposta in eterno! Annunciato prima dalla filiale tedesca della Asmodée e poche ore dopo sul sito della FFG, è in uscita uno vero scenario ispirato a questa simpatica goliardata: Barkham Horror. In quest’avventura, ambientata nella città di Barkham, il gruppo di investigatori segugi dovrà fiutare le tracce e districare la matassa del culto felino di Meowlathotep. Niente a che vedere col racconto dei “gatti di Ulthar” quindi ma una vera e propria avventura giocabile inedita di cui, al momento, non si hanno ancora notizie di trasposizione nel mercato nostrano. Parte dei proventi di questa operazione saranno destinati ad associazioni che si occupano del benessere degli animali. Come recita l’annuncio, questa uscita non è pensata per essere integrata con le altre pubblicazioni di Arkham Horror… ma tanto lo sappiamo che in molti ci proveranno lo stesso.

  • Cubicle 7 abbandona la Terra di Mezzo

    Inattesa e indesiderata come un Nazgûl che ti bussa alla porta, è appena stata diramata la notizia che Cubicle 7, il noto publisher londinese, a partire dalla prima metà del prossimo anno interromperà le due linee dedicate alle opere di Tolkien, L’Unico Anello e Avventure nella Terra di Mezzo. Le motivazioni addotte dall’accorato comunicato stampa parlano di “differenze contrattuali” emerse tra Cubicle7 e Sophisticated Games, l’azienda che detiene i diritti di sfruttamento delle proprietà Middle-earth Enterprises.

    Una notizia che ha deluso e allarmato i molti fan dei due giochi, soprattutto perché è di pochi mesi fa l’annuncio della tanto attesa seconda edizione de L’Unico Anello, con pre-ordini già attivati e che saranno oggetto di una campagna di risarcimento secondo modalità diverse che tra l’altro, prevende anche un buono a valore maggiorato per l’acquisto di altri prodotti C7.

    Viste le tempistiche, le ragioni di questo passo indietro di Cubicle7 lasciano adito a molte speculazioni, specie in vista della nuova serie tv ispirata alle opere del professore di Oxford, realizzata dal colosso Amazon. In attesa di conoscere nel dettaglio il destino di chi vorrà avventurarsi nella Terra di Mezzo nei mesi a venire, ricordiamo che Need Games editore italiano di ATM, ha subito reso noto che continuerà a localizzare tutti i manuali già usciti della linea, mantenendo vivo il brand nel nostro paese ancora per molto tempo.

  • Dalla console al tavolo - arriva Rebellion Unplugged

    Con una operazione dal deciso sapore pionieristico, la software house Rebellion ha da poco annunciato la nascita di Rebellion Unplugged, il ramo dell'azienda dedicato all'ideazione e produzione di boardgame. In effetti non è la prima volta che una casa di sviluppo di videogiochi si lancia nella produzione di titoli analogici (Square Enix e Ankama lo fanno già da tempo ad esempio), ma a differenza di queste e di altre realtà concorrenti (come Bethesda, per citarne una) che si appoggiano a studi di design già esperti in materia, l'azienda britannica ha deciso di sfruttare la sua presenza già nel mondo dell'editoria tradizionale (Rebellion produce già libri e fumetti e si è anche lanciata nel mondo del grande e piccolo schermo), per pilotare gli investimenti verso la creazione di un vero brand, il che indica la volontà di "lasciare il segno" nel settore, ma anche di differenziare questa realtà dal contesto in cui è nata. L'azienda indipendente ha già portato a bordo come direttore Duncan Malloy (ex fondatore e direttore creativo della linea di boardgame di Osprey) ed è a un passo dal lancio del suo primo prodotto tratto da una delle più forti IP della casa, ovvero Sniper Elite: the Board Game. La scatola potrebbe già far capolino all'imminente PAX Unplugged, ma il non stentiamo a credere che sarà solo la prima di una lunga serie.

  • Anche Chad Jensen ci ha lasciato

    Un altro lutto ha colpito il mondo ludico: Chad Jensen si è spento lo scorso 14 novembre, dopo sei mesi di dura lotta contro il cancro. Autore di rara intelligenza, è noto non solo tra i wargamer per la sua stretta collaborazione con la GMT Games ma anche tra tutti gli appassionati del boardgaming, grazie all’apprezzatissimo Dominant Species, localizzato come Specie Dominanti dalla Asterion e recentemente ristampato sotto l’etichetta Asmodee Italia.
    Chad Jensen è soprattutto famoso per la sua Serie Combat Commander, innovativo sistema di simulazione degli scontri tattici ambientati praticamente su tutti i fronti della seconda guerra mondiale, che al momento conta tre scatole base (Europe, Mediterranean e Pacific) e ben 8 espansioni.
    Un gioco da molti utilizzato anche come sistema introduttivo alla pratica del wargaming ma che si rivela profondo e coinvolgente, dove Jensen ha saputo trattare in modo originale ed elegante l’imponderabilità del caos che domina gli eventi e i comportamenti degli uomini durante lo svolgersi dei combattimenti sul terreno.
    A questo sistema, nel 2011 se n’era aggiunto un altro sempre con la stessa ambientazione ma assai diverso, molto interessante e ancora largamente sottovalutato, Fighting Formations: Grossdeutschland Motorized Infantry Division.
    Chad ci ha lasciato anche un paio di altri titoli, usciti sempre per i tipi di GMT Games: Urban Sprawl, sullo sfruttamento dell’urbanizzazione metropolitana più selvaggia, e il più recente Welcome to Centerville che, quasi come contraltare del precedente, offre un’esperienza più leggera incentrata sulla crescita e la gestione di una piccola cittadina di provincia.
    Chad se n’è andato all’età di 52 anni, e la sua scomparsa ci priva di un designer che avrebbe potuto darci ancora tanto, in termini di passione e di lungimiranza progettuale. Fino all’ultimo ha mantenuto un atteggiamento positivo, continuando a comunicare con tutta la comunità dei giocatori attraverso le parole della moglie Kai, appassionata giocatrice e sviluppatrice dei suoi titoli.
    A lei e alla loro famiglia va il cordoglio di tutta la nostra redazione. 

Altre Notizie Flash