Notizie Flash

  • The Boys: Vogliono prendersi anche il vostro tavolo

    Ebbene, i Ragazzi sono giunti pure nella vostra città, e questo farà male. Molto male. Tratto dalla serie di fumetti The Boys,  ideati da Garth Ennis e illustrati da Darick Robertson (da cui è stata tratta la serie tv omonima di grande successo su Amazon Prime), il violento e crudele mondo dei supereroi superdepravati e dei loro supertutori superviolenti fa il suo debutto anche su Kickstarter in forma di gioco da tavolo.

    The Boys: this is gonna hurt, questo il titolo completo del gioco edito dalla 1First Games (sezione ludica dell'editore 1First Comics), è un competitivo in cui da 2 a 5 superagenti della CIA devono eliminare Homelander, il super dei supereroi. Per far ciò, ciascun giocatore dovrà reclutare la sua squadra di super ricorrendo a maniere gentili e graziose come corruzione, ricatto, violenza e così via; ma devono farlo entro un determinato tempo limite, perché se uno dei giocatori riesce a buttar giù Homelander, allora sarà l'unico vincitore, mentre se il tempo scade, tutti i giocatori perderanno.

    The Boys può essere finanziato nel formato standard da 60$, oppure nella versione De Luxe, che include miniature per i 5 uomini della CIA (OK, anche donne, essendoci Female) ma con un pledge da 140$. Al momento il gioco è già finanziato e si va per i primi stretch goal, mentre la campagna durerà fino al prossimo Natale (esatto: il 25 dicembre!). Se pensate che sia anche il vostro turno di salvare il mondo e anche i supereroi da loro stessi, che aspettate? Dopotutto, farà solo (un po' ) male!

  • The Snallygaster Situation: Renegade veste Kids on Bikes da boardgame

    the snellygaster situation coverCon una sintetica news sul proprio sito ufficiale, Renegade Game Studios ha da poco annunciato di essere al lavoro su The Snallygaster Situation, il boardgame ufficiale di Kids on Bikes, l’interessantissimo gioco di ruolo vincitore dell’Ennie 2019 come miglior family game, recentemente edito nello Stivale da Need Games.
    Nell’opera, un cooperativo da due a cinque giocatori ideata da Jon Gilmour e Michael Addison, un gruppo di ragazzi dovrà inforcare le bici per contrastare un mostro che minaccia di distruggere l’intero pianeta. Inizialmente, la cricca si metterà alla ricerca di un loro compagno scomparso, impersonato da uno dei partecipanti al tavolo, che giocherà carte per dare indizi sulla sua posizione; carte che però detteranno anche il comportamento della creatura sovrannaturale e degli agenti federali, non propriamente benintenzionati. Trovato l’amico però, sarà il momento per tutti quanti di affrontare l’essere, in un faccia a faccia dove è in palio la salvezza della cittadina e del pianeta intero.
    Purtroppo, al momento non ci sono altri dettagli su meccaniche ufficiali e componenti, se non che ci saranno ben cinque mostri diversi da affrontare, dunque non rimane che attendere che vengano rivelate nuove informazioni, compresa la data di rilascio.
    Difficile che questa operazione non richiami alla memoria il percorso già intrapreso la scorsa primavera da Tales From the Loop, a riprova del fatto che questo filone del “teen adventure”, dopo essere tornato in auge grazie a Stranger Things, continua a essere una fonte di ispirazione decisamente prolifica.

  • Gale Force 9 contro Wizards of the Coast

    E' di oggi la notizia che la Gale Force 9 ha citato in giudizio la Wizards of the Coast per la ragguardevole cifra di $950.000 più tutte le spese legali e accessorie. Il motivo della disputa è la chiusura anticipata del contratto di licenza per Dungeons&Dragons. La scadenza del contratto doveva essere il 31 dicembre del 2021, ma la WotC ha comunicato alla GF9 di voler anticipare la chiusura del contratto di un anno. A novembre di quest'anno la tensione è sfociata in uno scambio di accuse, dove la WotC se la prende con la GF9 per via di due delle sue sussidiare (la coreana TRPG Club e la Black Book Edition che si occupa delle localizzazioni di D&D in francese), mentre la GF9 di ricambio sostiene che la WotC non ha approvato prodotti già previsti per la vendita, e quindi avrebbe rotto il contratto.

    A questo punto la Gale Force 9 ha portato la questione in tribunale, sostenendo comunque di aver tentato ogni strada amichevole e di sperare ancora che la faccenda si concluda senza ricorrere alle vie legali. Certo che perdere quasi un milione di dollari per cause legali in un'annata così problematica come questa della pandemia non è una bella prospettiva, ma vedremo come risponderanno i Maghi della Costa.

    Fonte: icv2

  • Le miniature di Star Wars passano da Fantasy Flight ad Atomic Mass Games

    logo asmodeeCon una mossa riorganizzativa, Asmodee ha da poco deciso di affidare ad Atomic Mass Games la responsabilità dello sviluppo di tutti i titoli di miniature a marchio Star Wars. Nell’intento di massimizzare la specializzazione dei compiti tra le controllate, la multinazionale dell’intrattenimento ha quindi scelto di passare le redini di Star Wars: X-Wing, Star Wars: Armada e Star Wars: Rebellion da Fantasy Flight alla casa responsabile già di Marvel: Crisis Protocol. Come spesso succede in questo tipo di operazioni, anche alcune persone chiave cambieranno casacca: su tutti Simone Elliot, il curatore dei rapporti tra Fantasy Flight e Lucasfilm e Will Shick che diverrà il capo dello sviluppo dei prodotti.
    Chiaramente è prematuro ora pretendere di conoscere in dettaglio il nuovo corso, tuttavia secondo quanto emerge della sessione Q&A successiva all’annuncio, lo “stile” di Atomic Mass Games sarà quello di procedere a cambiamenti, ma solo se ben testati e misurati, in modo da tendere al miglioramento costante, valorizzando al contempo la solida fan base che i tre titoli hanno conquistato fin qui. Vien da sé che sarà lecito, infine, aspettarsi anche nuovi giochi ambientati nella galassia lontana lontana.
    Insomma, un’operazione questa di Asmodee che certamente punta a valorizzare il patrimonio dei miniature game ”della casa”, facendo leva sulla grande esperienza nel campo di Atomic Mass Games. Sarà interessante capire se avrà ripercussioni future anche sul nostro mercato.

  • CMoN e Warner Bros di nuovo in squadra per calare il tris

    the animation collection coversDopo il successo di Wacky Races: the Boardgame, Cool Mini or Not e Warner Bros rinnovano la collaborazione tra loro per il lancio di tre nuovi family game che faranno a breve il loro esordio in una prossima campagna kickstarter, intitolata The Animation Collection.
    Il primo di questi, Scooby-Doo: the Boardgame, era già stato annunciato in primavera e si tratta di un cooperativo in cui si vestono i panni dei protagonisti della sgangherata combriccola alla caccia del misterioso cattivo di turno.
    Gli altri due titoli sono invece accomunati da uno stesso regolamento orientato a inscenare lotte senza quartiere tra i giocatori, chiamato Mayhem rules set, e calato rispettivamente nell’iconico setting dei Looney Tunes e in quello più recente, ma non meno carismatico, di Teen Titans Go!.
    Al momento, purtroppo, non ci sono ulteriori dettagli sulle meccaniche o sullo svolgimento della campagna, a eccezione del fatto che i prodotti potranno essere scelti anche singolarmente durante la stessa.
    Insomma, che preferiate Bugs Bunny e Duffy Duck, oppure Cyborg e Robin, oppure ancora Scooby-Doo e Fred, non resta che attendere di conoscere il giorno del via di questa nuova, interessantissima, iniziativa.

Altre Notizie Flash