Notizie Flash

  • Beware of the Other Mother - Wizkids proverà a farci salvare Coraline

    Proprio nell'anno in cui Coraline e la Porta Magica spegne dieci candeline, Wizkids ha da poco annunciato che omaggerà il celebre lungometraggio in stop motion di Henry Selick - a sua volta tratto dal romanzo di Neil Gaiman - con un nuovo gioco collaborativo.
    In Beware of the Other Mother, questo il titolo dell'opera, da uno a quattro giocatori impersoneranno i bambini fantasma nell'intento di salvare la sventurata ragazzina dalla sciagura dell'altra dimensione, luogo in cui è stata trattenuta dall'altra madre e in cui rischia di rimanere per sempre.
    I giocatori, tramite meccaniche card driven, si muoveranno per le location dell'altro mondo e interagiranno con gli iconici personaggi della storia come Mr Bobinsky, Miss Spink e molti altri, per recuperare una serie di oggetti indispensabili per la liberazione di Coraline (come anello, chiave, etc), prima dell'arrivo dell'eclissi lunare che decreterà l'intrappolamento definitivo della bimba, e quindi la sconfitta collettiva dei partecipanti.
    Il titolo sarà preordinabile dal 23 settembre e disponibile a dicembre sugli scaffali, almeno quelli d'oltreoceano.
    Prepariamoci dunque, c'è una bimba da salvare!

  • Azul: Summer Pavilion - Terzo capitolo per le tessere di Michael Kiesling

    Con un comunicato rilasciato sulla propria pagina facebook, Next Move Games, ramo di Plan B Games dedicato a titoli astratti e dal regolamento immediato, ha da poco annunciato l'imminente arrivo di Azul: Summer Pavilion, nuovo capitolo dell'acclamata serie di titoli ideati da Michael Kiesling e illustrata da Chris Quilliams.
    Dopo aver conquistato lo Spiel des Jahres nel 2017 con Azul e aver ottenuto ottimi riscontri con Le Vetrate di Sintra, l'autore teutonico ci fa dunque tornare in Portogallo per la costruzione del padiglione estivo di re Emanuele. 
    Ovviamente, in questa nuova scatola sarà riconoscibile la classica meccanica a base di draft di tessere, ma sarà arricchita da nuove opzioni di collezione set e modalità di calcolo del punteggio.
    Il prodotto esordirà alla prossima Essen Spiel per poi arrivare sugli scaffali europei poco dopo. 
    Non resta che confidare che Ghenos annunci presto la versione per il nostro Paese.

  • Tainted Grail parla italiano con Giochi Uniti

    Come ben sappiamo, Tainted Grail è stato uno dei più fortunati e apprezzati giochi su kickstarte di Awaken Realms, registrando la bellezza oltre 5 milioni di euro e più di 41.000 sostenitori. Sin dall’annuncio è stata garantita una versione italiana del gioco, la curiosità è quindi cresciuta nel corso di questi mesi riguardo chi sarebbe stato il localizzatore dell’edizione nostrana. L’annuncio è stato fatto ieri tra gli update della campagna e confermato stamattina in un comunicato diffuso dal diretto interessato: si tratta di Giochi Uniti. L’editore partenopeo garantirà la disponibilità di questa importante scatola nei negozi in contemporanea con la distribuzione internazionale, che però non ha ancora una data definitiva. Ricordiamo che i backer del progetto in crowdfunding non hanno ancora ricevuto le proprie copie, l’ultimo aggiornamento lascia sperare in un arrivo nel mese  di ottobre.
    Viste l'importante componente testuale del prodotto, e considerando anche le recenti polemiche su un’altra traduzione italiana di un bestseller di Awaken Realms, Nemesis, sicuramente gli appassionati saranno attentissimi a valutare il lavoro di localizzazione di Tainted Grail, prima opera di Awaken Realms a finire nel catalogo di Giochi Uniti.

  • Un nuovo set base per Kill team

    Non solo Warcry nell’estate Games Workshop. Dopo aver lanciato lo skirmish ambientato nel mondo di Age of Sigmar l’editore inglese rilancia infatti Kill-team, il gioco di schermaglie nell’oscuro millennio, con una nuova scatola base.
    Nato nel 2016 come gioco di scontri tattici per la 7° edizione di warhammer 40.000, Kill Team è stato rivoluzionato nell’estate del 2018, diventando un vero e proprio titolo a sé stante e riscuotendo un notevole successo tra gli appassionati.
    A un anno dal lancio la scatola base, questa viene dunque sostituita da un nuovo set con diversi contenuti in termini di miniature. Niente più Culto dei Genoraptor contro Adeptus Mechanicus, ma stavolta a farla da protagonisti saranno i feroci Marines degli Space Wolf che fronteggeranno un gruppo di alieni Tau.
    Nonostante siano uscite numerose espansioni per kill team negli ultimi dodici mesi: “Comandanti”, che introduce la possibilità di far capitanare la propria squadra da valorosi condottieri; “Elites”, che permette di giocare guerrieri particolarmente letali; “Arena”, per le partite più competitive, nessuna di queste è contenuta in questo nuovo prodotto che non cambia rispetto al precedente in termini di manualistica, contenendo le regole essenziali per far scendere in campo le proprie squadre.
    Ricordiamo quindi che per completare il regolamento è opportuno scaricare le indispensabili FAQ ed Errata, disponibili gratuitamente sul sito della Warhammer Community.
    Con due squadre complete, regole e un set di scenari, la scatola base di Kill team si conferma ancora una volta come uno dei modi più semplici e rapidi per muovere i primi passi nel 41° millennio.

  • Pandemic: il futuro della serie passa per un riassetto del brand

    Con una interessante disamina Steve Kimball, attuale direttore del design di Z-Man Games, tira le somme su quello che è stato e su come sarà il mondo che ruota attorno al brand Pandemic.
    Dopo alcune riflessioni e confronti con varie personalità di spicco del settore, Kimball si è reso conto che una revisione della struttura della collana potrebbe decisamente giovare dal punto di vista organizzativo interno, ma soprattutto all'efficacia comunicativa verso il fandom.
    Dunque, in estrema sintesi, la Survival Series smetterà di esistere per come la conosciamo e i tre titoli che la componevano finora (Iberia, Alta Marea e La Caduta di Roma) verranno semplicemente identificati con un logo che identificherà il Pandemic System, e gli verrà affiancato anche Il Regno di Cthulhu.
    Questa operazione, se da un lato rompe la tradizione di omaggiare i paesi ospitanti la finale dei Survival World Championships (quest'anno sarà a Vancouver in occasione dello SHUX, dal 4 al 6 ottobre), dall'altro consentirà a Matt Leacock ed eventuali collaboratori di avere più margine di manovra per poter "osare" con un ventaglio di ambientazioni decisamente più vario (e non necessariamente legate al mondo reale). Inoltre, cosa non di poco conto, le scatole "ex Survival Series" verranno ristampate e non saranno più edizioni limitate.
    A esplicito marchio Pandemic rimarranno quindi soltanto i titoli con il classico setting "virulento" (a prescindere dalle meccaniche di gioco), come l'ultimo arrivato Reazione Rapida, ma anche il prossimo capitolo di Pandemic Legacy che, almeno a quanto si legge, è in lavorazione (e chissà che non venga annunciato proprio sul finire di questo 2019, visto che tutto tace da oltre due anni).
    Non rimane che aspettare che si manifestino le prime conseguenze di questa riorganizzazione, in primis sull'uscita dei nuovi titoli: chissà in quali "mondi" andremo a collaborare con il nuovo Pandemic System.

Altre Notizie Flash