Notizie Flash

  • Si ruola in italiano con il Re Giallo di Robin D. Laws grazie a Need Games

    Dopo qualche giorno di sibillini indizi lasciati sulla propria pagina Facebook, Need Games ha da poco annunciato (anzi, fortemente negato come è buona pratica quando si ha a che fare con il Re In Giallo), durante la sua partecipazione a FabCon, la localizzazione di The Yellow King Roleplaying Game, un titolo ideato da Robin D. Laws, l’ideatore del sistema GUMSHOE (motore di vari titoli come Esoterroristi e Sulle Tracce di Cthulhu), che darà ovviamente vita anche a questo nuovo prodotto, sebbene con alcune evoluzioni e miglioramenti legati al combattimento, alla gestione dei danni e alla creazione dei personaggi.
    Il gioco è ispirato alle storie scritte da Robert William Chambers e porterà gli investigatori in un mondo ricco di orrori e alterazione della realtà, a causa del maligno influsso del Re in Giallo.
    The Yellow King Roleplaying Game arriverà con ben quattro volumi di ambientazione: in Paris (che conterrà anche tutto il regolamento), si girerà la Parigi della belle epoque e si avrà a che fare con orrori tipici dello urban fantasy transalpino (come vampiri e gargoyle); in The Wars ci si trasferirà in un 1947 alternativo dove, nei panni di soldati, si indagherà su eventi soprannaturali cercando di restare vivi sul campo di battaglia; in The Aftermath, la stessa realtà alternativa prosegue fino al 2017 appena dopo che una sanguinosa rivolta in Nordamerica è riuscita a rovesciare una dittatura fedele a Carcosa: in questo contesto, i giocatori saranno ex partigiani alle prese con un travagliato ritorno a una giusta civiltà, ma anche con l’annientamento degli ultimi mostri rimasti in vita; infine, in This is Normal Now, saremo sempre nel 2017, ma stavolta quello che conosciamo…o quasi, visto che saremo persone normali che capiranno di essere la chiave per sconfiggere una minaccia soprannaturale che va ben oltre il tempo e lo spazio.
    Un prodotto decisamente ricco e interessante entra quindi a far parte della scuderia dello spumeggiante editore milanese, dunque noi non vediamo l’ora di poterci allungare sopra le nostre grinfie, presumibilmente entro la fne dell'anno.

    Sia chiaro: noi non vi abbiamo detto niente!

  • Eric M. Lang saluta CMoN: per lui un futuro da freelance e attivismo

    Apprendiamo da un comunicato sulla pagina ufficiale di CMoN, che Eric M. Lang ha rassegnato le dimissioni da responsabile del game design dell’azienda. Con una mossa un po’ a sorpresa, almeno per il fandom, ma comunque a detta dell’autore lungamente discussa, la celebre firma lascia il suo ruolo ma non la sua professione: continuerà infatti a dedicarsi alla realizzazione di giochi, stavolta da freelance, e aggiungerà a ciò alcune altre iniziative legate all’attivismo (probabile segno che le vicende legate al movimento Black Lives Matter abbiano lasciato un profondo segno in lui) e di supporto a realtà più o meno legate all’hobby.
    Lang lascia ufficialmente dal primo settembre, sull’onda del successo dei recenti lanci di Marvel United e Ankh, tuttavia il suo nome sarà ancora a lungo legato a quello di CMoN, giacché molti sono ancora i titoli da annunciare che portano il suo nome, tra cui la trasposizione da tavolo di Cyberpunk 2077, il sequel di Blood Rage, un family game dal titolo ancora non ufficiale, realizzato a quattro mani con Mike Elliot (lo stesso con cui ha collaborato per Quarriors!), oltre a tanti altri progetti che, siamo sicuri, riempiranno a lungo il calendario dell’editore.
    Come redazione non possiamo che dare all’autore il nostro in bocca al lupo per il futuro di questa coraggiosa scelta.

  • L'universo dei dinosauri di Pandasaurus si ingrandisce su kickstarter

    Il 22 settembre prenderà il via una nuova campagna kickstarter, organizzata da Pandasaurus Games per raccogliere finanziamenti orientati ala realizzazione di due nuovi titoli che proseguono idealmente il setting e le tematiche inaugurate da Dinosaur Island, il chiacchierato gestionale di Jonathan Gilmour e Brian Lewis, arrivato anche in Italia quest’anno grazie a Ghenos Games.
    La prima delle due scatole si intitola Dinosaur World (da due a quattro giocatori), porta la firma di Brian Lewis, David McGregor e Marissa Misura, e si colloca temporalmente qualche anno dopo il precedente, ricalcando la tematica della gestione del parco divertimenti, ma con movimento su mappa esagonata e molto focalizzato sulla creazione di dinosauri e attrazioni.
    Il secondo gioco, degli stessi tre autori e dal titolo Dinosaur Island: Roar ‘n Write, cerca di trasporre il leit motiv del Dinosaur Island originale in versione roll and write, sfidando dunque i partecipanti a realizzare dinosauri e creare attrazioni tramite disegno di polimini su carta, cercando nel contempo di collezionare preziose parti di DNA e, ovviamente, gestendo il livello di minaccia verso i visitatori.
    Entrambi i titoli sono previsti in arrivo ai sostenitori del progetto durante il terzo quarto del 2021, ma ovviamente noi speriamo che possano giungere prima o poi anche negli scaffali dello Stivale.

  • Tasha's Cauldron of Everything: un calderone di novitÓ per Dungeons & Dragons

    Mentre l'attesa per il manuale/avventura su Icewind Dale si fa spasmodica, la Wizards of the Coast promette un'altra novità più che degna di nota per i giocatori di Dungeons & Dragons: Tasha's Cauldron of Everything. Questo nuovo manuale in uscita il 17 novembre (come al solito con due copertine differenti) conterrà un bel po' di materiale per le vostre campagne.

    Innanzi tutto, sarà possibile usare l'artificer anche senza avere il manuale di Eberron, dato che la classe viene appunto ripresa in questo nuovo volume per tutte le ambientazioni; ci saranno pure nuove sottoclassi per ogni classe già pubblicata (incluso l'artificer). Non mancheranno nuove feat, per chi le usa, e nuove opzioni di classe, fino a poter personalizzare il proprio personaggio con i tratti razziali. Ancora, come in Eberron sarà possibile giocare con un patron, cioè facendo parte di una grande organizzazione che fornisce aiuto (materiale e non), ma che ha la sua agenda e quindi in cambio pretende risultati.

    E se non avete abbastanza incantesimi e oggetti magici, ne troverete ancora in questo Calderone di Tasha, con in più regole per i tatuaggi magici, i sidekick, pericoli naturali, ambienti sovrannaturali, e le regole (finalmente!) per parlamentare coi mostri. Troveremo infine un bel po' di rompicapi, trappole e simili amenità da lanciare contro i nostri personaggi preferiti. Il tutto in un manuale a copertina rigida che si annuncia come uno dei più interessanti pubblicati di recente dalla Wizards of the Coast, almeno per la quantità di nuove opzioni disponibili. Novembre non è poi così lontano, no?

  • Masters of The Universe:Fields of Eternia - Arriva un nuovo boardgame su He-Man

    Non bastavano un gioco da tavolo e un gioco di ruolo a celebrare il rilancio di He-Man e i Dominatori dell’Universo nel settore tabletop. Archon Studio, editore noto per titoli stracarichi di miniature come Vanguard of War e LOAD e salito agli onori della cronaca quest’anno per il kickstarter di Wolfenstein: The Board Game, ha da poco annunciato sui suoi canali social un altro boardgame dedicato al biondo eroe degli anni ’80: Masters of The Universe: Fields of Eternia The Board Game. Si tratterà di un gioco di avventura in cui i giocatori, nei panni degli iconici He-Man, Skeletor, She-Ra, Evil-Lyn, Man-At-Arms, Beast Man etc. dovranno viaggiare nelle terre di Eternia, affrontare nemici e pericoli, migliorarsi e prendere possesso dei luoghi chiave che gli garantiranno il controllo del Castello di Greyskull. Per ogni personaggi è prevista una miniatura in 32 mm, comprensiva di elementi scenici. Anche la realizzazione di questo titolo, come quello già annunciato da CMON, passerà per una campagna Kickstarter, che (com’era prevedibile visti i vincoli di quell’altra), sarà destinata solo al pubblico europeo. Insomma, i seguaci di He-Man avranno di che divertirsi l’anno prossimo, anche se i limiti dettati dal continente in cui si vive potrebbero causare qualche problema ai fan che vorranno mettere le mani su entrambi i boardgame. Intanto, per chi vuole già saggiare la qualità delle miniature Archon, è già possibile acquistare la miniatura di He-Man su Battlecat, la cui “compatibilità” con il futuro gioco è garantita.

Altre Notizie Flash