Primo piano: GenCon 2022 - Ritorno alla normalità. O no?

GenCon 2022Siamo di nuovo in quel periodo dell’anno: agosto, che per i geek statunitensi (e non solo) è sinonimo di GenCon! Dal 4 al 7 agosto, infatti, torna ad Indianapolis la più attesa e famosa convention ludica sul suolo USA, nella sua cinquantacinquesima incarnazione. Quattro intensi giorni di eventi, giochi e divertimento, volti ancor più dell’anno scorso a tornare alla normalità – e la scelta di tornare alle date classiche ne è un chiaro segno.

 




Per quanto il capitolo pandemia non sia affatto chiuso, le misure restrittive si stanno di fatto allentando in quasi tutti i paesi del mondo occidentale, e così già molte sono state le manifestazioni ludiche in presenza tornate ai fasti pre-CoViD: basta ricordare PLAY a Modena, che quest’anno ha registrato il tutto esaurito nonostante le temperature da estate piena, con 40.000 presenze e oltre 700 eventi.

GenCon Crows

Così, la GenCon riapre tentando molto più dell’anno scorso di tornare alla normalità, naturalmente sempre con le norme anti-CoViD attive (mascherina e certificato vaccinale obbligatori). Naturalmente, la presenza online è più forte che mai – ma nel nostro mondo commisto tra reale e virtuale non c’è da meravigliarsene, tanto è vero che l’offerta sui canali dedicati alla GenCon di Twitch e Discord GenCon 2022 program bookè decisamente ampia. Tuttavia, sin da un primo sguardo al sito ufficiale, la GenCon vuole davvero tornare alla normalità. Grande spazio è infatti lasciato agli eventi, molti dei quali erano assenti da tanto; con una super-guida del visitatore consultabile online e anche scaricabile che conta ben 124 pagine, la manifestazione di Indianapolis vuole assolutamente riprendersi il posto che le spetta nell’Olimpo delle convention internazionali.
La scelta dello scrittore ospite d’onore dell’edizione numero 55, R. A. Salvatore, è quasi a sottolineare l’uscita dall’oscurità pandemica – un po’ come Drizzt Do’Urden quando emerse dall’Underdark in uno dei suoi romanzi. Per quanto riguarda le cose da fare, i fortunati visitatori potranno scegliere tra gli oltre 13.000 eventi per tutte le età. Tornano le tradizionali “usanze”, come poter accedere alla grande ludoteca GenCon che include titoli storici e rari, oppure acquistare cibo e bevande presso uno degli oltre 40 ristoranti mobili con cucine da tutto il mondo, ci saranno naturalmente eventi e mostre concepite apposta per questa edizione: le sculture fatte coi palloncini, i concerti, e la pizza speciale di quest’anno.

GenCon 2022 block party

In termini ludici, GenCon 55 non scherza, con più di 500 editori e compagnie prenotati nella exhibition hall, e giochi per tutti i gusti: dai family game giocabili nel Family Fun Pavillion, ai boardgame per gli hard gamer, ai giochi di ruolo, tridimensionali, e LARP. L’apertura della convention sarà un happening in sé, che includerà anche un mini-show di NUR-D (noto a chi bazzica la scena hip hop), il primo dei suoi numerosi spettacoli durante la convention; Tornano anche gli spazi BIPOC, una sigla che sta per Black, Indigenous, and People of Color: ambienti ed eventi dedicati ai partecipanti di colore, per agevolare la creazione di nuovi network di conoscenze tra designer, publisher e artisti anche per un pubblico che ha avuto negli anni maggiori difficoltà a intergrarsi nella community di GenCon Infine, non potrà ovviamente mancare tutta una serie di incursioni dal vivo in dungeon e altri territori pieni di creature ostili e tesori da trovare, per chi ama impugnare una spada in lattice ed incarnare il suo eroe fantasy preferito in carne, ossa e lividi.

GenCon 2022 safety

Certo, GenCon significa soprattuto giochi, e come da tradizione sarà possibile provare molte attese novità. Probabilmente però, tra le notizie più interessanti per chi si interessa del mondo ludico dal punto di vista delle “grandi manovre” aziendali, è la presenza della Hasbro: per quanto non ci siano eventi a firma Wizards of the Coast basati su Dungeons & Dragons, il palinsesto è zeppo di tornei, demo ed eventi dedicati al gioco di ruolo fantasy più famoso del mondo (complice anche l’ennesimo rilancio del titolo nella seguitissima serie Stranger Things) e naturalmente è immancabile la massiva presenza di eventi dedicati a Magic The Gathering. Tuttavia la Hasbro sarà presente in maniera ufficiale come Avalon Hill, coi titoli che in questo momento sono la punta di lancia del suo catalogo: Betrayal at the House on the Hill terza edizione, Risk: Shadow Force, e soprattutto HeroQuest, con le tante iniziative dedicate al rilancio del padre di tutti i dungeon crawler (28 eventi già tutti sold out); ma ci sarà spazio per una novità attesissima: un Eurogame su Dungeons & Dragons ambientato nei Forgotten Realms, il cui titolo non è stato ancora rivelato, ma che verrà appunto presentato alla GenCon.

HeroQuest Gencon 2022

starship CaptainsNon è facile compilare una lista esaustiva dei giochi più attesi che dovremmo vedere alla GenCon, ma ci abbiamo provato selezionando alcuni dei titoli presenti nelle vaste sale a disposizione dei giocatori. Iniziamo con Starship Captains, un engine-builder di Peter Hoffgaard, in cui da 2 a 4 aspiranti capitani di astronave si sfideranno a raccogliere medaglie in missioni di varia difficoltà, cercando nel contempo di gestire equipaggi e astronavi; un po’ alla Star Trek, per intenderci, serie alla quale la copertina del gioco strizza palesemente l’occhio. Turing Machine è invece un un gioco di enigmi e deduzioni per 1-4 giocatori, ideato da  Fabien Gridel e Yoann Levet, la cui particolarità risiede nel modo di arrivare alla soluzione: interrogando un “primitivo” computer analogico (creato dalle carte del gioco); la combinazione di carte e domande incluse nella scatola porta il totale degli enigmi risolvibili a circa 7 milioni, renendo Turing Machine un titolo a giocabilità quasi infinita. Turing MachineIn Skymines, titolo per 1-4 giocatori a firma Viktor Kobilke e Alexander Pfister che ripropone le meccaniche di Bombasa, ci si sfiderà acquistando azioni di compagnie dedicate all’estrazione mineraria sulla Luna; tramite un’oculata politica, una gestione della mano e una programmazione dettagliata, si porteranno a casa CrypCoin, la valuta del gioco, per essere il più ricco alla fine della partita.
Alla GenCon torna anche Clank!, di Paul Dennen, con il nuovo titolo stand-alone Clank!:Catacombs, per 2-4 intrepidi esploratori di dungeon, in cui troveremo meccaniche miste di piazzamento tasselli e deck-building, ma che è compatibile con le altre uscite della serie, potendo utilizzare sia le carte dungeon incluse nella scatola che quelle dei precedenti titoli.

War of the ring the card gameSicuramente però uno dei titoli più attesi è il nuovo titolo della Ares War of the Ring: The Card Game, ideato da Ian Brody, che porterà 2-4 giocatori a simulare la Guerra dell’Anello usando solo i propri mazzi di carte per controllare i Popoli Liberi che si oppongono alle forze dell’Ombra, in una disperata guerra contro forze superiori mentre Frodo e la Compagnia cercano di distruggere l’Unico Anello. Anche l’acclamatissima serie Undaunted, della Osprey Games, si arricchisce di un nuovo capitolo: Stalingrad, di Trevor Benjamin eDavid Thompson, in cui due giocatori simuleranno la devastante battaglia per la città di Stalingrado durante la seconda guerra mondiale; stavolta il gioco simulerà a livello di plotone una lunga campagna in cui le perdite andranno a pesare col progredire della battaglia. Evergreen, da noi provato durante l’ultima PLAY, è un gioco di Hjalmar Hach per 1-4 persone che permetterà di creare i propri biomi (cioè piante, arbusti e alberi) su un nuovo pianeta, durante un intero anno solare – cioè 4 stagioni, con la luce che si sposterà continuamente rispetto ai nostri alberi; sarà quindi importante posizionarli strategicamente anche per definire i vari biomi (vaste regioni planetarie identificate da determinata vegetazione e clima) e fare quindi più punti. Knight FallRyan Laukat fa squadra con T. Alex Davis per portarci Knight Fall, un titolo asimmetrico da 1-6 giocatori in cui un gruppo di cavalieri (controllati da un giocatore) dovrà proteggere gli anziani per un’intera notte dall’assalto di una torma di demoni (controllati dagli altri giocatori); il gioco prevede anche una modalità campagna per 1-2 giocatori in cui i cavalieri dovranno attentamente gestire le loro forze per giungere alla battaglia finale con i ranghi quanti più intatti è possibile.
In Fall of the Mountain King, un gioco per 1-5 persone a firma Adam E. Daulton, potremo simulare una terribile guerra tra gnomi e troll, ma con una prospettiva diversa da quella che ci si aspetta normalmente: gli gnomi sono i malvagi invasori del regno dei troll, che dovranno battersi per difendere la loro casa o cadere insieme al loro possente re!
Dalle caverne passiamo alle stelle di Wormholes, di Peter McPherson, in cui 1-5 piloti spaziali competeranno per trasportare passeggeri tra i tanti pianeti della galassia, avendo però la possibilità di costruire appunto i wormhole che accelerano enormemente i viaggi… ma che potranno essere usati anche dagli altri concorrenti. Infine, in My Father’s Work, di T.C. Petty III, da 2 a 4 scienziati pazzi tenteranno di continuare gli oscuri esperimenti dei loro padri e nonni (vi ricorda qualcosa?) magari riuscendo nel contempo ad aiutare il villaggio locale invece di terrorizzarlo, per portare alla gloria il lavoro dei loro diretti antenati.

GenCon Stadium

Ma questi, come dicevamo sono solo la minima parte dei titoli che gli oltre 504 tra negozi ed editori presenti alla GenCon porteranno alla gloriosa luce dei gamer affamati di novità e di libertà. La pandemia potrà essere ancora tra noi, ma la voglia di riunirsi di nuovo attorno ai tavoli per giocare con persone da tutto il mondo senza le barriere degli schermi è forte, e siamo sicuri che la GenCon edizione n.55 soddisferà tutti i visitatori! E, per chi non potrà esserci… c’è sempre la GenCan’t, con le sue numerose iniziative online!

GenCon Genevieve