Primo piano: 2019 - Un anno non ancora arrivato ma giÓ tanto atteso

Il 2018 è ormai sul viale del tramonto e tra poco meno di una settimana saremo alle prese con spumanti e luci scintillanti per dare il benvenuto al 2019. Ludicamente parlando, l'onda lunga dei "bagordi" di novità autunnali ancora non si è sopita del tutto e, anzi, molti giocatori stanno delle sfruttando le vacanze natalizie per poter dedicare un po' più di tempo ai loro acquisti freschi di fiera.
Tuttavia, nonostante non si siano ancora consumati dadi, plance e token dell'"annata 2018" - la cui entità di uscite tra l'altro ha fatto registrare ancora una volta nuovi record - l'anno che verrà sembra delinearsi se possibile ancora più interessante del precedente. Molti infatti sono gli annunci di prossime uscite degli operatori italiani che si stano rincorrendo l'un l'altro. Dunque data l'attenzione che si stanno guadagnando certe scatole, ci sembra utile fermarci per un secondo e fare il punto sulle cose più importanti che ci aspettano una volta scavalcata la mezzanotte conclusiva del mese. 




Per cominciare, MS Edizioni non si ferma nemmeno dopo il dirompente annuncio della localizzazione di Root, ma anzi rilancia con la rivelazione della versione italiana di Underwater Cities, l'ultima fatica di Vladimír Suchý che, dopo lo spazio cosmico di Pulsar 2849, porterà da 1 a 4 giocatori a far fronte al sovrappopolamento del pianeta cercando di realizzare città sottomarine mediante meccanismi di piazzamento carte. Insieme a questo, arriverà in Italia anche Escape Tales: il Risveglio, un'evoluzione del concetto di escape room da tavolo, in cui Jakub Caban, Matt Dembek e Bartosz Idzikowski calano 1-4 giocatori alle prese con enigmi da risolvere, ma anche con scelte da fare e bivi narrativi da intraprendere. L'annuncio più recente è però l'esordio dell'editore nel mondo dei Roll & Write con la versione per lo stivale dei due volumi della collana Dadi Matite e…, intitolati Mappe Stellari e Sangue Reale, in cui il gioco "dadi e matite" viene innestato in un campagne dalle ambientazioni più disparate.
Anche Cosmic Games comincia già a dire la sua avendo già rivelato di essere al lavoro per il lancio di Big Trouble in Little China: the Game, il collaborativo di Christopher Batarlis, Boris Polonsky e Jim Sammartino ispirato al celebre action movie anni ’80, oltre che di The Rise and Fall of Anvalor, un interessante gestionale Rustan Håkansson calato nel cupo mondo di Warhammer Age of Sigmar.
Non da meno è Ghenos Games, la quale - non sorprendentemente a dir la verità - continua a cavalcare il successo dei titoli Next Move Games localizzando Azul: Stained Glass of Sintra dove per certi versi Michael Kiesling rielabora i concetti portati al successo con Azul introducendo diversi interessanti twist strategico-tattici. In più, ai microfoni di IoGioco durante la scorsa Lucca Comics & Games, l'editore ha parlato in maniera abbastanza sibillina di un titolo che ha a che fare con le isole…chissà che non si tratti proprio di Spirit Island, l'interessante e densissimo cooperativo ideato da Eric Reuss, reduce da ottimi riscontri durante la sua campagna di crowdfunding, che inverte il concetto di 4x permettendo a 1-4 giocatori di interpretare spiriti in un'isola che si difendono dall'avvento di coloni desiderosi di conquistarla.
Proseguendo la carrellata, adornato con l'importante logo del Kennerspiel 2018, ecco in arrivo per la prossima primavera la versione localizzata targata Devir Italia di Die Quacksalber von Quedlinburg, il successo dell'"autore rivelazione" 2018 Wolfgang Warsch che mette addosso a 2-4 giocatori i panni di ciarlatani intenti a mescere pozioni.
Anche GateOn Games è della partita, sia continuando nella prolifica collaborazione con Thundergryph Games che porterà in Italia all'inizio dell'anno il graziosissimo Rolling Ranch - roll & write di Jordy Adan in cui da 2 a 20 giocatori cercheranno di comporre la migliore delle fattorie - sia iniziando a cooperare con gli svizzeri di Ôz Editions con la localizzazione - sempre per inizio anno - di Shy Monsters, un interessante pocket game 1 vs 1 di Sandro Dall'Aglio che combina meccaniche di piazzamento tessere, bluff e dungeon crawling. L'editore toscano inoltre tornerà alle sue origini riprendendo la strada delle pubblicazioni dirette con Goryo, titolo che verrà lanciato alla prossima PLAY, in cui l'esordiente Andrea Candiani ci cala in un detective game testa a testa con interessanti meccaniche di spostamento su mappa.
Tramite un post sulla pagina facebook di bandiera, fa sentire la sua voce anche Playagame Edizioni, con l'annuncio della localizzazione di Cryptid, un curioso titolo di bluff e deduzione di Hal Duncan e Ruth Veevers, in cui da 3 a 5 giocatori assumeranno il ruolo di criptozoologi nel tentativo di unire gli indizi della possibile dimostrazione dell'esistenza di una nuova specie animale…cercando però di accaparrarsi per intero la fama della scoperta.
Nonostante la giovane età, Mancalamaro è tutto fuorché nelle retrovie, visto che ha già in programma una nuova schiera di uscite targate Iello, tra cui spicca già un buon quantitativo di "cartucce" pronte per arricchire l'esperienza di 8bit Box, ma il neo editore è in procinto di iniziare anche la pubblicazione di titoli inediti sviluppati in casa.
In più, con un banner esposto al loro stand durante la kermesse lucchese, UPlay.it Edizioni fornisce ben due ghiotte informazioni: in primis che ha dato vita a Mojito Studios, un ramo editoriale specializzato nel lancio di nuovi prodotti tramite crowdfunding, e poi che il primo lavoro che occuperà la neonata realtà sarà la nuova edizione di Cleopatra and the Society of Architects, il famosissimo family game di Bruno Cathala e Ludovic Maublanc, il cui gradevole gameplay e materiali di pregio erano stati per la prima volta portati al successo da Days of Wonder.
Durante Lucca Comics & Games 2018, Red Glove ha organizzato una conferenza stampa dedicata alle sue uscite più recenti dove non ha lesinato annunci riguardo quello che ci aspetta per l’anno venturo. L’inizio anno vedrà l’arrivo di Tortuga Gourmet, di Alessandro Dentis, un cardgame per famiglie ad ambientazione piratesca. In pieno sviluppo c’è anche un titolo per i più piccoli firmato Obert e Testini, Tutti in Treno, un pick&delivery per giocatori di 4-5 anni che dovrebbe arrivare nei dintorni di PLAY 2019. Si torna a parlare anche di Warstones, il wargame a base di schicchere ritornerà con un nuovo lancio su kickstarter per l’edizione multilingua. Questa nuova versione vedrà, tra le migliorie, anche due nuove armate e la famosa nuova tovaglia di gioco (che sarà comunque inviata a tutti i finanziatori dell’originale Gamebooster). Inoltre con la fine dell’anno inizieranno a uscire le nuove unità che espanderanno tutti gli eserciti. Sempre lo stesso operatore in questi giorni ha lasciato intendere che si occuperà della distribuzione dell’edizione italiana dell’ultimo titolo di Ares Games, Battlestar Galactica Starship Battles, di Andrea Angiolino e Andrea Mainini, anche se non è ancora noto chi si occuperà della localizzazione. Ancora, Cranio Creations, anche a molta distanza dal capodanno spara due "botti" di entità decisamente rilevante, annunciando sia l'edizione retail italiana del chiacchieratissimo Nemesis, che la localizzazione nel Belpaese di Blackout: Hong Kong, ultima fatica di Alexander Pfister che cala da 1 a 4 giocatori in un gestionale che li vedrà impegnati nel riportare una qualche parvenza di ordine in una Hong Kong in ginocchio a causa di un black-out su vasta scala.
Raven Distribution continuerà a portare avanti due linee molto apprezzate del catalogo boardgame come Munchkin con la versione Warhammer 40.000 e Clank! questa volta ambientato nello spazio, ma localizzerà anche nuovi titoli, primo fra tutti Ex Libris, il gioco a tema bibliofilo di Adam P. Mclver.
Asmodee Italia non fa sicuramente segreto dei suoi programmi editoriali, grazie alla pagina delle prossime uscite in costante aggiornamento, ma se c’è una scatola che ha attirato l’attenzione dei fan è senz’altro quella di Fiabe di Stoffa, il bestseller di Plaid Hat Games firmato da Jerry Hawtorne che cavalca la nuova generazione di titoli narrativi.
Altro grande localizzatore nostrano è senz’altro Giochi Uniti e uno dei titoli più attesi del suo catalogo giungerà nei negozi italiani proprio con l’inizio del 2019: Mage Knight – Ultimate Edition, il ritorno del capolavoro di Vlaada Chvàtil in uno scatolone contenente anche tutte e tre le espansioni del gioco base.
Infine, uscita questa ancora solo per il mercato estero, ma a firma degli italianissimi Marco Maggi e Francesco Nepitello, il prossimo giugno a marchio Osprey, finalmente è stata ufficializzata l'uscita di Jonathan Strange & Mr Norrell: A Board Game of English Magic, un titolo in cui 2-4 giocatori potranno rivivere sul tavolo da gioco l'adattamento del romanzo di Susanna Clarke (lo abbiamo provato in anteprima, anche se possiamo presumere che il gioco sia lievemente cambiato visto il tempo trascorso dalla nostra prova su strada).
[Aggiornamento 28/12/2018] Giusto poche ore fa un altro operatore ha dato annuncio delle sue novità per l’anno venturo: Fever Games, che continua a supportare i marchi del proprio catalogo con due nuove uscite. Si tratta di Boss Monster: l’alba dei miniboss, nuova scatola standalone della famiglia Boss Monster (sempre firmata dai fratelli Chris e  Johnny O'Neal) e integrabile che le uscite precedenti, e di Paladini del Regno Occidentale, nuovo episodio della serie di giochi della Garphill Games che condivide l’ambientazione con il titolo già localizzato dall’editore abruzzese Achitetti del Regno Occidentale.

Dal punto di vista ruolistico, non si può ignorare la sorprendente rivelazione targata Need Games la quale porterà alla prossima PLAY l'edizione italiana della V5 di Vampiri la Masquerade, proprio in questi giorni preceduta da un golosissimo quickstarter giocabile. Ricordiamo inoltre che l’attivissimo editore milanese è già alle prese con lo sviluppo del nuovo gdr su licenza CMON firmato Maggi & Nepitello: Zombicide RPG, che confidiamo arrivi anch’esso sullo scaffale prima della fine del 2019. Inoltre è proprio di questi giorni la partenza della campagna di crowdfunding per Hope & Glory, un nuovo interessantissimo "mondo selvaggio" ideato da Davide Mana e Umberto Pignatelli e targato Space Orange 42 - ex GGStudio - in cui atmosfere steampunk e di avventura colorano un mondo sconvolto da cataclismi naturali che ora è popolato tanto da Zeppelin a vapore quanto da mammuth e uomini di Neanderthal.
Due degli editori più veterani del settore puntano entrambi sui grandi antichi per rinnovare il parco gdr: I Miti di Cthulhu, due versioni adattate dal maestro Sandy Petersen per i sistemi di regole della quinta edizione di D&D e di Pathfinder, che verranno portati in Italia rispettivamente da Raven Distribution e Wyrd Edizioni. Sempre Wyrd, affidandosi alla piattaforma di crowdfunding Kickstarter, ha già messo in cantiere per l’anno venturo i nuovi manuali che ridefiniscono Numenera, Discovery e Destiny, e ha programmato  l’edizione italiana di Degenesis, l’innovativo gdr postapocalittico di Sixmorevodka la cui campagna di finanziamento partirà il prossimo 29 gennaio. Tin Hat Games ha già mostrato in occasione di Immaginaria il loro prossimo lavoro di stampo ruolistico: Xenoscape, sfida alla sopravvivenza in un contesto post-fantascientifico.
Per concludere, anche se non si tratta di una vera e propria novità in arrivo nel nostro mercato, con un pizzico di orgoglio nazionale ci teniamo a sottolineare che L'Ultima Torcia verrà lanciato in una nuova versione in lingua inglese. Ebbene sì, il gdr dungeon crawler che potremmo definire modern-retro realizzato da Matteo Cortini e Leonardo Moretti e prodotto dalla loro Serpentarium Games, grazie alla riproposizione di atmosfere e sensazioni apprezzate dai giocatori più attempati, innovate quanto basta per non tradire lo spirito "di una volta", ha ottenuto un successo tale che ora si prepara a varcare i confini del nostro Paese per giungere nei lidi anglofoni e quindi per puntare a un bacino di utenti decisamente più ampio dell'attuale.

Insomma, calendario alla mano il 2019 non è obiettivamente ancora arrivato, tuttavia il nostro interesse e le nostre aspettative ci sono già ormai pienamente dentro.