Notizie Flash

  • Asmodee è ufficialmente proprietà di Embracer Group

    È di poco fa la notizia che Embracer Group ha completato il processo di acquisizione della quota maggioritaria di Asmodee, iniziato lo scorso 15 dicembre quando la holding svedese aveva mostrato ufficialmente il suo interesse e partito il mese successivo, allorquando insieme a PAI e ad altri stakeholder minori avevano definito i dettagli sulle modalità di svolgimento della transazione. L’accordo si è chiuso con il versamento di 2,4 miliardi di euro cash direttamente a PAI, integrati con la cessione di oltre 40 milioni di azioni Embracer verso PAI e altri azionisti di minoranza, per un valore di circa 350 milioni di euro.
    Resta per il momento fuori una quota residua del 4%, che gli azionisti Asmodee avranno la facoltà di convertire in azioni Embracer in specifici slot temporali, collocati dopo due, cinque e sei anni dal termine ultimo dell’acquisizione.
    Stando a quanto dichiarato da Embracer, Stéphane Carville resterà alla guida di Asmodee, ora ufficialmente il nono gruppo nell’ecosistema di Karlstad, e non sarà prevista alcuna attività di riorganizzazione almeno nel breve periodo.
    Insomma, ora che la casa che ha portato sui nostri tavoli titoli come Pandemic, Descent e Gloomhaven lavorerà a stretto contatto con i possessori di IP del calibro di Metro, Darksiders e Borderlands, non possiamo nascondere di essere fortemente incuriositi sul tipo di sinergie che si potranno creare di qui in avanti.

  • Betrayal at the House on the Hill terza edizione anche in italiano!

    Betrayal at House on the Hill 3 edizioneLa Hasbro apre le prevendite del suo classico Betrayal at the House on the Hill, arrivato quindi alla sua terza edizione; inoltre per la prima volta, il gioco sarà localizzato completamente anche in italiano.

    Per chi non conoscesse Betrayal, si tratta di un gioco (o meglio, di un sistema di gioco) per 3-6 giocatori, che inizia come cooperativo: un gruppo di esploratori va a zonzo in una magione antica e ovviamente infestata da qualche maligna presenza. L'esplorazione della casa procede estraendo tessere da un'apposita pila, e cercando nelle varie stanze. Prima o poi accadrà, in base allo scenario giocato, che un evento o un oggetto attiveranno il meccanismo del "traditore", e da quel punto in poi il gruppo si scinderà in una parte di esploratori e un'altra di creature malvage. I primi dovranno uscire vivi dalla casa (o comunque compiere la loro missione), i secondi avranno i loro piani separati per vincere - quindi il gioco diventa competitivo a gruppi.
    Le due precedenti edizioni, uscite nel 2004 e nel 2010, hanno sempre ottenuto un discreto successo, rendendolo uno dei titoli di punta del catalogo Avalon Hill e generando anche nuove versioni tematizzate (come quella ambientata a Baldur's Gate o quella di Scooby Doo) e addirittura una versione legacy. Questa terza edizione, oltre a vantare una grafica e una componentistica completamente rinnovata, apporta alcune modifiche al gameplay originale. Proprio queste ultime sono sintetizzate in una pagina del regolamento dedicata a chi già conosce bene le meccaniche della "casa sulla collina". 

    La nuova edizione di Betrayal è già in prevendita presso parecchi shop (anche su amazon), con data di uscita fissata per il 1 aprile 2022. E non pare sia un pesce d'aprile, pur considerando la data.

  • Annunciati i vincitori dell' As d'Or 2022

    as d'or 2022Come altre manifestazioni che aspettavano da tempo questo momento, anche il Festival dei Giochi di Cannes torna finalmente in presenza. E come da tradizione, il più atteso evento del calendario ludico francese, è aperto dalla cerimonia di premiazione del più importante premio francese, l’As d’Or, che dal 2005, lo ricordiamo, si è fondato con il Jeu de l'Année (Gioco dell'Anno).
    A trionfare quest’anno nella categoria principale, il gioco dell’anno, troviamo 7 Wonders Architects, edito da Asmodee. Antoine Bauza è riuscito ancora una volta a conquistare critica e pubblico con questa nuova incarnazione più “family” del suo capolavoro, per essere esatti questo è il suo terzo As d’Or dopo quello del 2012 con Takenono e il premio della giuria del 2011 proprio con l’originale 7 Wonders.
    Passando alla categoria esperti, a vincere troviamo senza troppe sorprese Dune Imperium, edito in italia da Asmodee. Questo, per il deckbuilding di Paul Dennen ambientato nell’universo fantascientifico di Dune, è l’ennesimo di una lunga serie di riconoscimenti internazionali.
    Per la categoria dei più piccoli ha trionfato Bubble Stories, edito da Blue Orange e portato in Italia da dV Games. Il versatile Matthew Dunstan aveva stupito il pubblico già da Essen con questo storytelling game incredibilmente efficace anche con i bimbi di quattro anni.
    Infine c’è la nuova categoria “Initiè”, introdotta quest’anno, rivolta al pubblico che già gioca ma vuole iniziare a misurarsi con meccaniche più ricercate. E a vincere in questa è stato Living Forest, edito da Ludonaute e in Italia da GateOnGames. L’opera di esordio di Aske Christiansen, curata tanto nelle meccaniche quanto nell’estetica, riesce effettivamente a soddisfare perfettamente i requisiti di questa nuova categoria.
    Complimenti ai vincitori e anche agli editori, sia a quelli originali che a quelli italiani che vedendoci lungo hanno già portato nel belpaese questi prodotti, riconosciuti come alcuni tra i migliori dal mercato più importante che c’è in Europa.

  • Ravensburger investe in Gamefound

    La Ravensburger, seconda casa editrice al mondo di giochi da tavolo (almeno secondo le stime di Euromonitor International) che ha portato sul mercato tanti eccellenti titoli tra cui alcuni classici intramontabili, ha deciso di investire nel crowdfunding, e più precisamente nella piattaforma Gamefound. Con ben 4,5 milioni di dollari, Ravensburger ora contribuisce alla piattaforma rivale di Kickstarter, fondata dalla Awaken Realms; l'operazione, a detta di Filip Francke, a capo della divisione giochi della Ravensburger, porterà la casa editrice tedesca a ampliare ulteriormente l'offerta ludica per gli appassionati. Dal canto suo, Marcin Świerkoti, CEO dell'Awaken Realms, ha dichiarato che l'investimento permetterà a Gamefound di ampliare l'organico e le funzioni per il pubblico.

    L'editore tedesco ha puntato alla Gamefound nel momento che sembra di maggior crescita per questa piattaforma, che ha di recente prodotto titoli di un certo spessore. Vedremo sicuramente nel medio termine (se non prima) cosa cambierà per entrambe le grandi realtà ludiche coinvolte nell'operazione e se questa operazione darà un ulteriore spinta alla piattaforma di crowdfunding dedicata al mondo ludico.

  • I dieci anni di Libertalia li celebra Stonemeier Games

    Libertalia nuova edizioneTramite i propri canali ufficiali, Stonemeier Games ha da poco annunciato che si occuperà di una nuova edizione di Libertalia, il divertentissimo card game ideato da Paolo Mori, in cui da 2 a 6 giocatori cercano di usare al meglio i poteri della loro ciurma per accaparrare un tesoro sufficiente da garantirgli fama e, soprattutto, il meritato riposo sull’isola di Libertalia.
    Uscito originariamente in Italia nel 2012 grazie all’allora Asterion Press, quest’anno il gioco spegne dieci candeline, pertanto la casa di Jamey Stegmaier ha deciso di donargli una “nuova vita” con una versione rivista nella grafica e ritoccata anche nel tema. In Libertalia: Winds of Galecrest, saremo infatti pirati dei cieli e veleggeremo tra isole in un mondo a tinte più chiare e decisamente più fantastiche. Chiaramente, non possiamo inoltre non aspettarci delle modifiche anche al comparto meccanico, con un ampliamento dei personaggi disponibili, oltre che con l’inserimento dell’ormai immancabile modalità solitario ideata da Automa Factory.
    Stando alle informazioni diramate dall’editore, i preordini dell’edizione inglese partiranno il 2 marzo, mentre successivamente saranno annunciate le date per le successive tirature retail, che comprenderanno anche quella nel Belpaese curata da DV Games / Ghenos.
    Proprio Ghenos ha annunciato sui suoi profili social che la release dell'edizione italiana è prevista per il 22 aprile.
    Che vogliate o meno partecipare al preordine, comunque, vi segnaliamo che per ogni persona che si iscrive alla newsletter di lancio del preordine entro il 14 febbraio, l’editore donerà un dollaro all’associazione Sea Sheperd che si occupa della salvaguardia degli oceani del nostro unico pianeta. Decisamente un motivo sufficiente per iscriversi senza indugio!
    Dunque, per male o per cielo non importa, non resta che attendere ulteriori dettagli su come tornare ad accumulare ricchezze per la nostra pensione da pirati.

Altre Notizie Flash